Itinerari naturali Caorle – Veneto

Nei primi anni del Novecento è iniziata un’importante opera che ha portato al cambiamento del territorio di Caorle. Buona parte della zona boschiva è stata disboscata per creare nuovi spazi destinati alla coltivazione, alcuni corsi d’acqua sono stati modificati e incanalati dentro a nuovi argini e la zona paludosa è stata bonificata. Ad est di Caorle troviamo la Val Grande e la Vallesina, due valli ricavate nella zona (circa 600 ettari) del Delta del Tagliamento. A Sud la Valle Vecchia, un’isola di 700 ettari situata tra Caorle e Bibione. A nord di Caorle si trova la Valle Zignago, che confina con la Val Grande, zona nota per aver ospitato il grande scrittore americano Hernest Hemingway, che durante il soggiorno nelle nostre Valli ha avuto l’ispirazione per scrivere il suo celebre romanzo “Al di la del fiume”. La zona di Falconera e la laguna di Caorle è caratterizzata dalla presenza dei Casoni, la tipica abitazione di un tempo dei pescatori del luogo. Le prime notizie che testimoniano la presenza di queste strutture risalgono al II secolo d.C. Queste rustiche abitazioni, che conservano struttura e oggetti di un tempo, sono ancora oggi usati (anche se solo come rimessa e non come abitazione) e alcuni sono visitabili. Il casone ha all’interno un “foghèr” nella zona centrale, due finestre e una porta d’ingresso. Il pavimento è solitamente in terra battuta. Per la sua costruzione venivano usati materiali poveri e facilmente reperibili, in particolare la canna palustre per la copertura. La zona di Falconera è stata anche immortalata da Hemingway nel celebre romanzo “Di là dal fiume tra gli alberi”, dove assoluta protagonista era la laguna con i suoi immensi silenzi.

Proseguendo verso sud-ovest troviamo Eraclea Mare, con la sua rigogliosa pineta e la “Laguna del Mort”, sito di notevole interesse naturalistico. Dall’altro lato della cittadina, divisa da essa dalla Laguna di Caorle, troviamo l’area della Brussa. Al suo interno vivono varie specie d’uccelli acquatici e animali. A Sud si trova il Mare Adriatico, dove si estende la spiaggia. Nel corso della primavera quando ancora non è invasa da visitatori diventa il luogo ideale e quasi unico per la deposizione delle uova delle tartarughe marine Carretta carretta. La Brussa nel suo interno conserva l’oasi lagunare di Valle Vecchia, tra i fiumi Tagliamento e Livenza. E’ caratterizzata da oltre 4 km. di litorale sabbioso e da un entroterra agrario ottenuto mediante la bonifica delle preesistenti superfici lagunari salmastre avvenute negli anni ’60. L’area è un paradiso per gli amanti del bird-watching e della fotografia, propone anche un interessante sentiero didattico ed una pista ciclabile. La grande spiaggia della Brussa, con le sue grandi dune di sabbia che la separano dalla rigogliosa pineta, è una meta molto apprezzata dai turisti e dai locali durante la stagione estiva.

Le isole di Venezia

Le isole della laguna di Venezia Le isole più importanti della Laguna Veneta sono Murano, Burano e Torcello. L’isola del Lido è invece un’importante località balneare, sede del celebre festival del Cinema di Venezia. Murano è […]

Piste ciclabili a Caorle, alla scoperta del territorio

Piste ciclabili a Caorle, alla scoperta del territorio

Piste ciclabili a Caorle, alla scoperta del territorio Muoversi in bicicletta è senza ombra di dubbio una delle scelte migliori quando si è in vacanza. Oltre ad essere un’azione buona per la propria salute, è […]

Escursione nella laguna di Caorle

Escursione nella laguna di Caorle

Escursione nella laguna di Caorle Caorle non è solo spiagge, chiese e una serie di attività ristorative. Lungo la costa è presente anche una splendida laguna dove i pescatori nel passato vivevano e lavoravano. La […]